I videogiochi sono sempre stati considerati i nemici numero uno dell’attività fisica: costringono a una vita comoda e sedentaria e fanno in modo che tu non voglia mai alzarti dal divano, o smettere di giocare.

Da un po’ di tempo a questa parte, però, le cose sono cambiate: grazie alle moderne tecnologie il videogioco, antico nemico dell’attività fisica, si è trasformato in un nuovo, interessante alleato.

videogiochi-di-fitness-keiron

Breve storia dei videogiochi di fitness

I videogiochi di fitness hanno rivoluzionato non solo il mondo dei videogiochi, apportando cambiamenti ed introducendo  tecnologie avanzate, ma anche il mondo del fitness. Questa tendenza ha preso piede molto lentamente, ma il cambiamento è stato irreversibile ed ha portato alla nascita dell’home fitness e dei virtual trainer.

Ma quando è iniziata questa storia d’amore tra i videogiochi e il fitness?

È stata Nintendo, con il lancio sul mercato nel 2006 di Wii, a generare un’esplosione lenta e progressiva di videogiochi di fitness. La Wii infatti, poi evoluta anche in Wii Fit, ha presentato per la prima volta un telecomando con dei led a infrarossi, una barra sensore e un accelerometro capaci di percepire l’acceleramento, l’inclinazione e la rotazione nei movimenti.

Queste moderne periferiche hanno permesso di giocare e allo stesso tempo muoversi, avendo il pieno controllo di entrambi gli aspetti, e questo ha suscitato non solo una grande curiosità, ma anche un vero e proprio boom dei videogiochi di fitness.

Nel 2010, infatti, anche Sony ha lanciato un controller sensibile al movimento, il Move, seguito subito dopo dal Kinect di Microsoft, introducendo la possibilità per i giocatori di controllare il videogioco senza indossare o impugnare particolari dispositivi.

videogiochi-di-fitness-keiron

Tecnologia e intrattenimento

È diventato, quindi, possibile allenarsi senza andare in palestra, regolare giorno dopo giorno i propri obiettivi, raggiungere i propri traguardi, e trovare, grazie al videogioco, quella motivazione all’allenamento che prima mancava. Inoltre, grazie a internet e alle community online messe a disposizione dalle varie case produttrici, è persino diventato possibile sfidare i propri amici e confrontarsi.

L’avvento della realtà virtuale, poi, ha offerto ai videogiochi di fitness un nuovo e interessante terreno, che sfrutta la possibilità di portare il giocatore al centro di un’esperienza completamente nuova.

Il fascino sta proprio nel connubio tra una tecnologia sorprendentemente precisa, che registra, monitora e corregge gli errori, e la capacità di intrattenere e coinvolgere gli utenti attraverso un videogioco. Il tutto allenandosi.

La risposta a questa nuova tendenza è stata sorprendentemente positiva, tanto che assistiamo continuamente al lancio sul mercato di nuovi, intriganti videogiochi di fitness e, se dovessimo sceglierne uno, avremmo solo l’imbarazzo della scelta.

La crescente popolarità dello Zumba come nuova attività di fitness, ad esempio, è stata accompagnata dalla diffusione di videogiochi a tema, che oggi ritroviamo in testa alle classifiche di vendita, come Zumba Fitness.

Anche Just Dance, che sembrava essere protagonista di un’ondata di successo passeggera, continua a registrare moltissimi utenti proprio perché, oltre ad essere un gioco divertente, che invita a ballare in tutta spensieratezza, consente di bruciare fino a 350 calorie in un’ora.

Se nel 2004 i videogiochi di fitness erano una scommessa, un’interessante novità introdotta dalla tecnologia, oggi possiamo dire che sono diventati parte integrante dello stile di vita di molte persone, introducendo una vera e propria rivoluzione nel mondo dei videogiochi e in quello del fitness.